5 QUESTIONS – IL 2020 DI DAYKODA

Daykoda

Ritorna Daykoda con “My Abstract Monkey”, il singolo fuori dal 23 Luglio precede l’album previsto per fine anno su Beat Machine Records. Andrea Gamba tra percussioni hip hop ed atmosfere soulful unisce le forze con il poli strumentista Robohands, a lui il compito di aggiungere qualche tocco jazz. La traccia supporta concretamente il tema ambientale: l’intero ricavato è a favore del WWF,  se poi vuoi fare le cose fatte bene e fino in fondo c’è anche la Tshirt che trovi in vendita QUI, la grafica è la stessa dell’album… il discorso sempre lo stesso.

Abbiamo fatto due chiacchiere con Andrea, il ritorno dal lockdown è stato movimentato proprio grazie a questo singolo, l’album è già pronto ma c’è la voglia di ritornare sul palco in tempi brevi. Di questo e altro ne parliamo qui mentri ascolti “My Abstract Monkey”.

Ciao Andrea, che cosa ha smosso questo 2020 a livello musicale nei tuoi ascolti ? Hai ascoltato più musica (in lockdown è stato dimostrato dai dati che l’ascoltatore è uscito dalla sua solita playlist per sperimentare) …e nel caso aperto a nuovi ascolti o sonorità ? Se ti va anche darci qualche consiglio musicale è sempre gradito.
Ciao! Grazie per l’intervista prima di tutto, mi fa molto piacere!
Nonostante tutto, devo ammettere che il 2020 è stato fino ad ora sicuramente ricco di musica, ho avuto modo di ascoltare un sacco di musica nuova (ma anche datata) e di sperimentare nuove sonorità distanti dal mio solito (non solo negli ascolti ma anche nelle produzioni). Se ancora non li avete ascoltati, mi sento di consigliarvi i due nuovi dischi di Natureboy Flako (Ambitus of Beauty) e Nicolas Jaar (Cenizas), mi hanno accompagnato molto nella meditazione anti-covid. Vi lascio anche il link del mio show mensile su Radio Raheem,  Smoky vibes dove troverete un po’ di tutto!

 

Del 2019 hai, crediamo, un ottimo ricordo (noi tra l’altro abbiamo promosso anche una serata con un tuo live esattamente il Luglio dello scorso anno), il primo album e i paragoni come “il Flying Lotus italiano”. Sembrano tempi così lontani anche a te ? Come hai passato questo tempo che sembra enormemente dilatato ? Giova alle produzioni o trovi difficoltà ?
Il 2019 è stato certamente un anno importante per la crescita della mia carriera musicale e personale, ho incontrato e conosciuto tante persone e sono rimasto entusiasta del consenso ricevuto per “All Of Me” (nonostante non nascondo che la dicitura di “Flying Lotus italiano” all’inizio un po’ mi abbia messo in imbarazzo, è un grandissimo onore per me venire paragonato ad uno dei miei idoli – un grande grazie a Damir Ivic che mi ha sempre supportato moltissimo).
Quelli del 2019 sono effettivamente tempi lontani nella mia testa, sì! Ho lavorato moltissimo in questi mesi, ho cambiato casa, ho conosciuto nuove persone, ho prodotto moltissimo, sento di essere migliorato musicalmente. Il lato positivo dell’emergenza covid-19 è stato (almeno per chi è stato fortunato come me) quello di aver trovato molto più tempo per mettersi in studio e produrre, ascoltare musica, e cercare ispirazione nelle cose semplici.

 

Veniamo al nuovo singolo che strizza l’occhio alle atmosfere Stones Throw, ambiente soulful, fiati e Robohands che che da quel tocco jazzy.  Sarà così tutto il nuovo album atteso per Novembre ? A noi farebbe molto piacere ad esempio, ma cosa dobbiamo aspettarci… qualche anticipazione.
Il nuovo disco sarà sicuramente più elettronico e dall’atmosfera beat. Per questa produzione ho cercato di carpire il meglio di All Of Me (che è sicuramente un disco più saturo di elementi) e di trasportarlo in qualcosa di più musicale e preciso, di più sottile sotto un certo punto di vista.
Sarà comunque un disco molto suonato, e con la partecipazione di alcuni musicisti/amici italiani che stimo moltissimo, l’atmosfera jazz sarà sempre presente e percepibile nonostante la molta elettronica presente, non vedo l’ora di farvelo sentire!

 

Il singolo uscirà il 23 Luglio via Beat Machine Records, hai deciso di devolvere tutto al WWF per sensibilizzare il pubblico al problema della deforestazione e quello contro lo sfruttamento degli animali. Cos’è che vuoi aggiungere e sottolineare su questo aspetto importante della release, il tuo messaggio in relazione agli argomenti trattati
L’idea alla base di “My Abstract Monkey” è quella di condividere, come giustamente hai detto, un messaggio di consapevolezza ambientale. In un momento delicato come questo, ho sentito utile condividere informazioni sulla connessione tra il cambiamento climatico e la diffusione di nuovi virus, argomento molto delicato e sicuramente attuale.  I cambiamenti nei modelli di trasmissione delle malattie infettive sono una probabile conseguenza del cambiamento climatico, quindi è necessario conoscere meglio le relazioni causali sottostanti e applicare queste informazioni alla previsione degli impatti futuri, utilizzando modelli pro-ambiente.  E’ per questo motivo che nel mio piccolo ho deciso di sensibilizzare all’argomento e di fare musica per raccogliere fondi da destinare in beneficenza; Robohands ha accolto di buon grado l’idea e si è sentito parte integrante della cosa, sono molto felice del risultato. Ritengo di fondamentale importanza informarsi e sensibilizzare le persone su queste tematiche. La donazione è un plus, è un appoggio morale ed umanitario nei confronti di realtà che cercano di fare del bene in maniera concreta. Il mio obbiettivo è sicuramente quello di lanciare un messaggio di sensibilizzazione, invitando chi ne ha la possibilità a supportare una realtà come quella del WWF, che da sempre si impegna per la salvaguardia delle specie a rischio e del nostro pianeta.

 

Artwork by Glitchdo

Quando tornerai disponibile per i live che noi non vediamo l’ora ? Hai in mente qualcosa ? … ci sarà sempre Matteo Gualeni alla batteria ?
Ci stiamo lavorando! Ho sfruttato questi mesi di stop per strutturare due nuovissimi live-set. Uno un po’ più ibrido in cui sarò da solo sul palco e che si rifarà sicuramente di più alle sonorità beat, e un altro un po’ più strutturato dove sarò accompagnato da una ensemble di 3 elementi. Non mancherà un comparto visuale studiato ad hoc! Non vedo l’ora di poter portare in giro il nuovo materiale, sono gasatissimo!
 

 

 

Be first to comment