5 QUESTIONS – DANIEL AVERY

avery

No More Than Five Questions è il nome e la modalità che abbiamo dato alle nostre interviste, si comincia con Daniel Avery incontrato in occasione di Solaris, buona lettura.

Dan iniziamo proprio da un anno fa.Dall’ultima volta che hai suonato per noi sono cambiate moltissime cose per te.”Need Electric” è stato un grande successo e sei stato costantemente in tour in tutto il mondo. Anche per questo il tuo set a Solaris ci ha sorpreso,nel senso  che la tua attitudine dietro il mixer non è cambiata.Niente big room hits,niente scelte facili in scaletta…

Guarda è stato un anno davvero incredibile, una cavalcata super divertente fra mille situazioni diverse.Per il resto cerco sempre di suonare musica che mi ecciti e nella quale credo. Per essere sincero poi non ho avvertito nessuna pressione anche quando suono in un modo più mainstream.Tutto sta succedendo naturalmente.

“New Energy [Collected Remixes]” è fuori adesso su Phantasy. Ti va di raccontarci come è nato e come hai scelto i  producers che ci sono dentro?

Semplicemente alla fine del 2014 ho realizzato che avevo ormai a disposizione un bellissimo set di remixes e sentivo la responsabilità di presentarli tutti insieme in un  modo appropriato. Sono super orgoglioso dell’album e tutti gli artisti coinvolti sono davvero una grossa fonte d’ispirazione per me.

Parliamo della tua residency at Fabric,come sta andando? Come sono cambiate le cose negli ultimi tempi che ti hanno visto guest dj ai quattro angoli del globo?

Si in effetti le cose sono un po cambiate. La mia residency si è trasformata in una vera e propria serata chiamata “Divided Love” che organizziamo quattro volte all’anno e sta andando veramente,veramente bene. Mi sembra una naturale progressione di quello che stavo facendo prima. Per me e’ prima di tutto una grandissima chance per me circondarmi di acts e artisti veramente interessanti,un po come è successo per l’album di remix. Ultimamente abbiamo ospitato gente come Factory Floor, Kassem Mosse, Dopplereffekt, Helena Hauff, Objekt, Xosar, Barnt Lee Gamble…è tutto super fresco ed eccitante al momento e penso che dovreste farvi un giro quando passate da Londra!

Senti so che è un po scontato ma c’è qualche artista o producer che non dobbiamo lasciarci sfuggire al momento?

Dunque il mio nome caldo per il 2015 è un nuovo ragazzo inglese che produce con il moniker di Volte-Face. Organizza questa magnifica serata molto sperimentale chiamata “BleeD” che è appena diventata anche una label. Davvero tenetelo d’occhio è un dj super skillato e le sue produzioni sono semplicemente fantastiche

Dan concludiamo invece con te ovviamente,cosa ti aspetta in questo 2015?

Prima di tutto ho un nuovo radio show su RinseFm a Londra in cui farò da host per almeno 4 o 5 volte in un anno.Comunque la mia priorità al momento rimane il lavoro in studio. Mi sento mega ispirato sono sincero. Vi posso assicurare che sarò certamente fuori con nuove produzioni a mio nome nel 2015 ma al momento è un po presto! Stay tuned.

Be first to comment