FATIMA YAMAHA “IMAGINARY LINES” LP

listen-exclusively-to-a-brand-new-fatima-yamaha-track-love-invaders-body-image-1447845599

E’ un grazie grande come la foresta dell’ Amsterdam Bos quello che deve dire Fatima Yamaha al Dekmantel. Questa estate tra le uscite della label sorellina del festival olandese che preparava il terreno alla carrellata di djs in arrivo c’era proprio il pezzone “What’s A Girl To Do”. La traccia è del 2012 per l’EP che aveva lo stesso nome del producer, poi il 13 luglio colpo di genio di quelli del Dekmantel e a seguire Boiler Room, da li in poi è esploso un delirio intorno al nome, oggi uno dei più caldi del panorama. Quindi eccoci a raccontare l’uscita del suo LP “Imaginary Lines”, dieci tracce per 45 minuti, tutte belle, tutte più o meno con la stessa cifra stilistica…tanto Moog. Magnetron Music si starà fregando le mani perchè non c’era momento migliore perchè tutto ciò accadesse, “Shuppatsu” è un intro, “Borderless II” strizza l’occhio alla disco ed è uno dei pezzi più ballabili dell album, poi arriva “Only Of The Universe” ed è palese il richiamo alle sonorità di “What’s A Girl To Do”, “Citizens” è la più canzone di tutte grazie al featuring di Sofie Winterson, con “Sooty Shearwater si torna a ballare in una atmosfera molto anni ’80 e alla fine chiude la title track dell’album con un piano che per sei minuti accompagna i synth. Scommettiamo che Fatima Yamaha sarà il nome per tutti i festival europei nel 2016 ?

 

Be first to comment