DIGGIN – THE MYSTERY KINDAICHI BAND “THE ADVENTURE OF KOHSUKE KINDAICHI”

NAS2023_1

Questa volta ci spostiamo in Giappone. Una terra che musicalmente ha sfornato album da capogiro, senza che noi europei potessimo venirne a conoscenza. Il mercato discografico interno giapponese è storicamente così fiorente che non tutti i loro prodotti hanno avuto necessità di esportazione. L’album in questione è incentrato su una figura di detective immaginario, scaturita dalla penna del romanziere Seishi Yokomizo. Il detective protagonista è Kohsuke Kindaichi, che, dalla sua nascita nel 1946, ha retto come figura ‘cool’ fino agli inizi degli anni ottanta, sbarcando dai libri alla televisione, con una serie televisiva di successo, musicata, ovviamente, in modo sublime. La colonna sonora è ad opera di una fantomatica band chiamata The Mistery Kindaichi Band, che nel 1977 confeziona un album di dieci tracce veramente di altissima qualità. Musica in bilico tra la disco, perfetti arrangiamenti di fiati funk, voci inquietanti, ritmi serrati ed un pizzico di psichedelia con chitarre distorte. L’inconfondibile prodotto che in Italia avrebbe analoghi riscontri in Micalizzi, la musica Library, o nelle cose più danzerecce di Piero Piccioni. Questo ellepi da collezione ha una produzione d’altissima qualità, uscito su King Records, ed ora ristampato da HMV Japan in numero limitato.

Due brani su tutti fanno la differenza se suonati in un club: il “Theme of Kosuke Kindaichi”, traccia che trasuda funk e disco da tutti i pori, con un ritmo senza tregua ed un feeling da film d’azione, ed il successivo “Honijin Murder”, perfetto connubio tra disco, psichedelia e groove! Il resto dell’album è bellissimo, ovviamente, con arrangiamenti ed atmosfere d’altissima caratura, cari agli appassionati di colonne sonore. Echi di Yuji Ohno (il compositore delle musiche di Lupin 3), profumi di John Barry (il maestro delle colonne sonore di James Bond) e strutture tipiche da polizieschi anni 70.

Be first to comment