5 QUESTIONS – RICHIE RAVELLO

 

E’ uscito l’album d’esordio di Richie Ravello di cui si parla molto bene, 9 tracce che brevemente racconta dopo il salto indicando qualche preferenza. Siamo stati veloci, giusto il tempo di sapere che sneakers indossa, il resto lo conoscete. Ascolta Dum Funk, Com Truise, The XX e Junior Boys magari durante un tramonto sul golfo di Napoli, da una cartolina del genere poteva nascere solo qualcosa di bello e Richie l’ha fatto con un album omonimo che è stato accolto con tanto interesse.


Che musica ascolti oggi e quanto la permanenza londinese ha influenzato i tuoi ascolti. Lasciaci anche 5 tracce che stai ascoltando di più in questo momento.

 

A Londra puoi trovare di tutto, e di conseguenza ho imparato ad ascoltare veramente di tutto. Se dovessi scegliere in questo momento cinque tracce che sto consumando ti direi:
1. It is Always Binary – Soulwax
2. Oh Woman Oh Man – London Grammar
3. Kotos – Mala
4. Something For Your M.I.N.D. – Superorganism
5. Broke Days, Party Nights – Eccal Vandal
Bonus track: All Things Pass – The Jesus and Mary Chain

 

L’album è uscito tutti possiamo ascoltarlo ma solo tu puoi raccontarcelo. Dove hai trovato le motivazioni e le ispirazioni per questo lavoro e come tecnicamente l’hai sviluppato. Alla fine hai una traccia preferita, o quella alla quale vorresti che l’ascoltatore prestasse particolare attenzione?

 

Erano due anni che non scrivevo una nota, cosi ho pensato che dovevo fare qualcosa a riguardo e ho iniziato a scrivere il disco! Dopo quattro mesi avevo tutte le basi strumentali, ce ne sono voluti altrettanti per la ricerca dei cantanti e le registrazioni delle voci, prima di iniziare però ho definito il sound e dei limiti tecnici che mi hanno permesso di concentrarmi sulla musica e l’ispirazione del momento, infatti i testi raccontano episodi e sensazioni che
ho vissuto negl’ultimi due anni. La mia traccia preferita è “Cold Juice”, ma anche “La Nuit” e “Gone”…

 

Cosa ti ha spinto da Londra a Napoli?

 

Mi ha spinto il sole, quello che a Londra non c’è!

 

Hai definito la tua musica come “elettronica partenopea”, quanto hai già assorbitodi questa città che da sempre vive di musica?

 

Ho assorbito moltissimo! In questa città c’è più Funk di quanto tu possa immaginare.

 

Il tuo rapporto con le sneakers. Le ami oppure proprio non le metti? Hai un paio a cui sei legato particolarmente, o il preferito?

 

Non so indossare altro che sneakers! Preferisco le Adidas su tutte, ora indosso delle Dragon ad esempio, e ho anche delle bellissime ZX Ian Brown, le amo.

Be first to comment